Gli arraffoni inconcludenti

     C’è una razza infame di cosiddetti politici, in realtà deipoliticanti (la Dea Politica arrossirebbe come un pomodoro a sentirsi associata a tali figuri), che possiamo definire veri e propriteppisti della politica. Qualsiasi argomento trattino non lo fanno per discutere su possibili progetti condivisibili utili ad una comunità per poter ripartire, crescere o progredire, ma per dividere, metterezizzania e trarne profitto. Anzi si può dire che solo l’idea di costruire, impegnarsi per il futuro della comunità nella quale vivono, lo considerano quasi un ANATEMA!

     Da sinistra a destra, si trovano un po’ ovunque e, nei periodi di crisi generale come il nostro, prosperano e si moltiplicano. Il loro unico obiettivo è crearsi una carriera e vivere una vita a spese del contribuente senza versare una goccia di sudore per un lavoro vero. Qualsiasi argomento, dai rapporti italo-yugoslavi e poi italo-sloveni, ai migranti, alle opere pubbliche etc. sanno solo sputare e coprire di insulti l’avversario usando qualsiasi argomento passato, presente e futuro. Sarebbero capaci di rispolverare le guerre galliche di Cesare pur di delegittimare il pensiero dell’”avversario”

     Negli anni 90 il governo sloveno e italiano costituirono una commissione di storici incaricandola di stilare una relazione sulla storia italo-slovena degli ultimi 100 anni e dopo 7 anni pubblicò i risultati per fornire una traccia su cui elaborare una storia comunevoltare pagina e lasciare che queste terre possano camminare da sole senza pregiudizi. Non sia mai!!! Da sinistra come da destra, negli anni 90, tali teppistisi son fatti tutti esperti di storia pubblicando libelli di propaganda per far rimanere la lancetta dell’orologio al 1950 e crearsi carriere da politici e “storici de noantri”. Evidentemente è più facile fare politica mostrandosi paladino di questo o di quello.

     Oggi come allora, la politica rimane una schiera di fazioni che si nutre fomentando divisioni tra lepecore ipo-pensanti del popolino. I migranti, ad esempio; sono un problema tecnico per il quale occorre dare un tetto temporaneo alle persone che aspettano il disbrigo delle pratiche burocratiche? Assolutamente no! È una battaglia all’ultimo sangue tra fascisti e partigiani (entrambi si stanno rivoltando nella tomba ad essere tirati in ballo nel 2017 da questi individui).

     Ed ancora; c’è la possibilità di una collaborazione economica tra Gorizia e Nova Gorica? La vistosa decadenza della città fa smuovere anche l’amministrazione comunale odierna per una ricerca di dialogo economico? Non sia mai!!! Se si deve fare qualcosa lo si fa in politichese, tra proclami ideologicipaginate sui giornali ed ovazioni dei “tifosi”. E così via fino alle buche nelle strade passando per l’anti-schiamazzi.

     Chiaramente oltre alla pigrizia, dietro tali personaggetti si cela l’avidità e una consolidata incompetenza. Nulla sanno veramente sugli argomenti di cui si piccano essere esperti. Il metodo storico scientifico? Che cos’è? Un bilancio? Come si legge? Le normative sull’immigrazione e i loro punti deboli???

     Ovviamente che vincano le elezioni o meno non ci sono problemi… galleggiano come gli stronzi in ogni caso, rompendo abbondantemente le palle al povero cittadino della strada in balia dei loro proclami, sempre, senza sè e senza ma.

     In estrema sintesi con questa classe politica avida ed arraffona… SEMO TUTTI DEL GATTO

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *