Presidio Grand Hotel Bombi; preoccupazione tra i “profughi”

     Tutto pronto per il presidio della “Galleria Bombi”; iniziativa del “Forum Gorizia” che, dopo essersi trovato senza argomenti per ululare contro il Pezzogrosso, mostra le sue carte ed ammette che, senza i profughi che dormono per terra come bestie, stivati in un buco umido e freddo, hanno pochi argomenti/slogan di propaganda per farsi belli in vista delle prossimissime elezioni regionali.
     I dettagli dell’evento non ci sono chiari – probabilmente neanche agli organizzatori – ma sappiamo che i richiedenti asilo, oggi ospitati alla “meno peggio” sotto un tendone nel giardino dell’ex collegio Contavalle, hanno dato segno di grande preoccupazione; ogni volta che i politicanti profughisti si son mossi, infatti, hanno alzato enormi polveroni che non hanno fatto altro che agevolare il lavoro dello “sceriffo” obbligando il nuovo prefetto a prendere decisioni d’urgenza. Ora che i “migranti” hanno avuto una sistemazione meno vergognevole, hanno paura che le proteste dei politicanti profughisti li porti a dover di nuovo dormire sull’asfalto e cagare in mezzo ai boschi. 
      Sgomento anche tra i volontari (quelli veri) che non capiscono perché – vista la soluzione, anche se non tra le migliori, di sistemare quelle persone al Contavalle – si voglia andare a far casino per quella Galleria Bombi a lungo sbandierata come araldo della disumanità. 

       Misteri delle menti labirintose dei cacciapoltrone

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *