Nuove assunzioni in comune; BernÒbich rischia l’anatema romoliano

     Sgomento e sconcerto ha causato l’ultima apparizione di un’assessoressa della giunta del Pezzogrosso sulle pagine del quotidiano locale. I lettori goriziani, abituati a vedere pubblicate carrellate di foto di poltronati (uno in particolare) impegnati a stringere mani ed a posare orgogliosamente all’inaugurazione di qualche rappresentazione teatrale, organizzata da qualche associazione culturale, ma della quale si è preso tutto il merito, non credevano ai loro occhi quando, sulle pagine della cronaca di Gorizia, è comparso un articolo che riportava la notizia di un certo numero di assunzioni ad integrare l’organico comunale.
     Incredulità anche sul fatto che sia stata data voce all’assessoressa artefice dell’operato senza concedere le solite tre righe di chiusura all’ex consigliere photoshopparo e che l’immagine a corredo dell’articolo sia quella dell’assessore di competenza e non quella di qualcun altro.
     In breve, l’assessoressa BernÒbich, rischiando anatemi catastrofici da parte dell’ex podestà e le rappresaglie woodoo dell’omo dei pallottolieri Guido Germano Pettarin, è riuscita a spezzare la maledizione, lunga dieci anni, a causa della quale non si facevano più assunzioni di nuovo personale comunale.
     Leggera delusione dei “compagni” di partito della poltronata leghista i quali hanno notato che, nella rosa di qualifiche, non figura quella del ruspista; nemmeno adesso che a Gorizia, con l’arrivo dei giostraioli, potrebbero contare sulla possibilità di allenarsi a “ruspizza il campo rom” offerta dagli accampamenti degli operatori itineranti del luna park.
     Ma la BernÒbich non è intenzionata a fermarsi qui ed ha già anticipato che, nel corso del suo mandato, ha in progetto nuove assunzioni e nuove qualifiche; una di queste potrebbe essere quella di un addetto agli spostamenti della stessa assessoressa la quale, in qualità Signora Assoluta della Tribù dei Culipesanti, trova enormemente gravoso il compito di spostarsi usufruendo della sua dotazione articolare inferiore.
     Super lavoro anche per l’assessore Silvana Romano che è dovuta correre in soccorso dell’Imperatore Ettore Magno, munita di sette quintali di sacchetti per l’iperventilazione poiché, appresa la notizia, Romoli, è stato colto da violenti attacchi di panico.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *