Scampai dal manicomio… ma in “modo silenzioso”

     Mercoledì di super lavoro per il centralino del reparto psichiatrico del Centro di Salute Mentale di Gorizia. Anche quest’anno gli operatori sanitari sono stati sommersi dalle segnalazioni di cittadini goriziani preoccupati dalla presenza di centinaia e centinaia di persone che si dimenavano senza motivo lungo il tratto pedonale di Corso Verdi.
     Anche noi de IL MEDIO, allertati dalle segnalazioni di disordini in centro, causati da alcuni “tarantolati” che sembravano dimenarsi al suono di una musica che non c’era, ci siamo precipitati presso l’area indicata per verificare gli accadimenti.ì
     Superato il disorientamento iniziale nel trovarci davanti ad una folla di squilibrati che si agitavano nel totale silenzio e cantavano seguendo note inesistenti, ci siamo resi conto che ci trovavamo davanti al solito gruppo di “scappati dal manicomio” che si erano riversati in strada per partecipare all’evento più apprezzato dal comitato cittadino “Gorizia Cimiteriale”; il Silent Way.
     Nonostante la temperatura avesse costretto alcuni pinguini a cercare qualche frigorifero per ripararsi dal freddo, e tentare di scaldarsi con qualche alcolico risultasse impossibile poiché, a fermarsi ai chioschi il tempo necessario per la mescita, si rischiava la criogenizzazione, gli organizzatori dell’evento hanno dimostrato che la follia di qualche folle può anche riempire una strada solitamente deserta come Corso Verdi.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *