Press "Enter" to skip to content

Ettore Magno Romoli arriva solo terzo, ma ci riproverà nel 22

     Ostenta indifferenza Ettore Magno Romoli, ma chi lo conosce bene giura che, non essere arrivato UNO anche al “Premio Matusalemme” – la gara per il più anziano candidato alle regionali FVG indetta da IL MEDIO – all’ex Podestà non è andata giù. Stando a ciò che dice il consigliere regionale Roberto Marin (a tutt’oggi quello che meglio riesce a far girare le balle all’Imperatore delle Terre d’Isonzo che viene da Firenze) piuttosto che accontentarsi di un secondo posto, Romoli sarebbe disposto a dar fuoco alla sua divisa da balilla.
         Questa volta, però, il predecessore dello sceriffo Ziberna, rischia di dover buttare alle fiamme pure tutta la sua collezione di manganelli e di spaccare tutte le sue scorte di fiasche di olio di ricino. Non bastasse la candidatura del triestino Boris Pahor, che il 26 agosto varcherà la soglia dei suoi primi CENTOCINQUE anni, a soffiargli la medaglia d’oro, a rompergli le… uova nel paniere (scrivere rompere le balle pareva brutto) ci si mettono anche i pentastellati, gettando nella mischia dei cacciapoltrone Maria Cervini – detta Mariucci Grusovin – goriziana trapiantata a Trieste che lo scorso 21 febbraio ha spento OTTANTADUE candeline… robe de ciamar i pompieri.
         Pare che qualcuno abbia sentito il suo addetto stampa, tuttofare, vicebadante, il quale, mentre usciva dal settimanale ritrovo Amish, affermava che l’Imperatore Ettore Magno Romoli ha tutte le intenzioni di rifarsi nel 2022 quando si ricandiderà alle amministrative goriziane.

Condividi

Be First to Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *