Press "Enter" to skip to content

Premio Matusalemme; Alla faccia del rinnovamento; 51 anni e mezzo l’età media dei candidati

     Rinnovamento, freschezza, gioventù, modernità; sono questi gli slogan più sloganati dagli sloganisti della politica italiana.
     Ci vuole gente nuova, bisogna dare spazio ai giovani, bisogna fare in modo che i ventenni ed i trentenni si appassionino alla politica e portino un po’ di aria nuova, un po’ di energie fresche, in una casta sempre più simile ad un museo del giurassico dove i meno stagionati hanno varcato i portoni della scuola elementare italiana ben prima della riforma scolastica di Giovanni Gentile. Lo dicono tutti, da Salvini a Di Maio, da Meloni a Di Battista fino al reperto archeologico di Arcore; ci vogliono i giovani.
     E a questo vitale bisogno di gioventù della politica, il Friuli Venezia Giulia risponde con un dato inequivocabile: un’età media dei candidati di oltre CINQUANTUNO anni.
     I più vecchi in assoluto sono i seguaci dell’attuale vice Serracchiani; la sua lista “Cittadini per Bolzonello Presidente” si aggiudica il Premio Matusalemme di partito con un’età media di 55 anni 1 mese e 17 giorni, ben oltre la mezz’età. Al secondo posto, con un’eta media di 54 anni 1 mese e 14 giorni, un’altra combriccola di sostenitori di Bolzonello; quella Slovenska Skupnost che, dopo aver tanto faticato per toglierlo dal suo contenitore di formaldeide, trova il coraggio di candidare niente popò di meno che il triestino Boris Pahor prossimo ai CENTOCINQUE. Sul podio anche il Partito Democratico; il gruppo che, sulle “note” del renziano slogan “LARGO AI GIOVANI”, ha rottamato un nutrito numero di mummie, si aggiudica la medaglia di bronzo con un’età media di 53 anni 3 mesi e 19 giorni.
     A nulla son servite, invece, le fatiche dei forzisti che, pur avendo candidato il giovane ottantenne Ettore Magno Romoli, ex podestà di Gorizia, Imperatore delle Terre d’Isonzo, si devono accontentare della medaglia di legno; quarto posto, infatti per i berlusconiani, con un’età media di 51 anni 10 mesi e 10 giorni. Quinto posto per Fratelli d’Italia che, con un’età media di 51 anni 4 mesi e 26 giorni si piazza, ancora una volta, davanti alla setta dell’ex consigliere Fabrizio Santeparole Oreti, alias Oretolo, alias Ruffianolo Autonomia (IR)Responsabile – che si deve accontentare del settimo piazzamento con un’età media di 50 anni 9 mesi e 1 giorno preceduta anche dalla lista a sostegno di Sergio CecottiPatto per l’Autonomia – la quale, con una media di 51anni 3 mesi e 29 giorni si piazza sesta.
     Ottava posizione per il partito del candidato presidente della Regione FVG Massimiliano Fedriga che, con 50 anni 8 mesi e 1 giorni, si deve accontentare della penultima posizione nella coalizione di Centro Destra, appena prima di Progetto FVG di Sergio Bini, quinta nella coalizione ed appena nona nella classifica generale con un’età media di 50 anni tondi.
     Va male per i grillini; nonostante abbiano buttato nella mischia la seconda candidata più “antica” di tutta la marmaglia di cacciapoltroneMaria Cervini detta Mariucci Grusovin ha compiuto OTTANTADUE anni lo scorso 21 febbraio – si devono accontentare della penultima posizione con 49 anni 8 mesi e 8 giorni. Chiudono la classifica i giovincelli dell’ultima lista a sostegno di Bolzonello; con 48 anni 7 mesi e 23 giorni, OPEN FVG sprofondano in undicesima posizione.
     In attesa che, per il 2023, si faccia ricorso alla riesumazione dei cadaveri di politici morti il secolo scorso – sembra ci siano già numerose squadre di necrofili che starebbero lavorando per riportare in vita Stalin, Mussolini, Charles Manson ed il cervello di Maria Elena Boschi – godiamoci questa ennesima domenica elettorale.

Condividi

Be First to Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *